About Gabriele Amietta

This author has not yet filled in any details.
So far Gabriele Amietta has created 29 blog entries.

Settima Domenica di Pasqua Dopo l’Ascensione

Questa Domenica si pone tra l’Ascensione e la Pentecoste, cioè tra il quarantesimo giorno dalla risurrezione del Signore, come ci ricordano gli Atti degli Apostoli (1,3), che coincide con il momento della sua salita al cielo, e il cinquantesimo giorno, cioè il momento in cui sugli Apostoli riuniti a Gerusalemme si effonde il dono dello Spirito Santo.

2019-06-07T09:55:35+02:00

Sesta Domenica di Pasqua

La verità di cui ci parla il Vangelo di oggi non riguarda soltanto alcuni difficili concetti teologici su Dio e la Chiesa o delle verità dogmatiche, ma riguarda anche e soprattutto la verità di noi stessi, ciò che di noi forse qualche volta facciamo fatica a comprendere e ad accettare.

2019-06-07T10:07:07+02:00

Quinta Domenica di Pasqua

Forse, come prima reazione, siamo un po’ infastiditi dal concetto di “comandamento” che Gesù utilizza per parlare dell’amore nel Vangelo di oggi e forse ancora di più non vediamo così facilmente come si possa conciliare con l’amore. Ci viene spontanea l’obiezione che l’amore non si può comandare.

2019-06-07T10:10:11+02:00

Quarta Domenica di Pasqua

Il segreto della gioia, quella gioia piena che tutti desideriamo, è profondamente intrecciato all’amore: “vi ho detto queste cose perché la mia gioia sia in voi e la vostra gioia sia piena (....): rimanete nel mio amore”.

2019-05-08T11:11:33+02:00

Quarta Domenica di Quaresima

L’obiettivo del racconto evangelico è chiaro: mettere in evidenza non solo la condizione di “cecità fisica” in cui si trova il cieco, ma la condizione di “cecità spirituale” in cui si trovano gli uomini.

2019-04-04T16:34:37+02:00

Terza Domenica di Quaresima

Nel Vangelo di oggi Gesù si trova a discutere con un piccolo gruppo di Giudei che hanno già creduto in Lui, ma che probabilmente fanno ancora un po’ fatica ad entrare in piena sintonia con Lui. Gesù risponde loro con un invito: rimanete nella mia parola, cioè credo volesse dire loro: fidatevi di me, fidatevi di quello che vi ho detto e di quello che avete visto.

2019-04-04T16:35:21+02:00