Caricamento...
Home2023-03-24T12:01:22+01:00

Notizie dalla Comunità

14 luglio 2024

14 Luglio 2024|

L’episodio del Vangelo di oggi si colloca subito dopo il terzo annunzio della Passione da parte di Gesù. Giacomo e Giovanni, i figli di Zebedeo, che al momento della chiamata Gesù aveva soprannominati “Boanérghes”, cioè “figli del tuono” per il loro carattere passionale e il forte zelo religioso, mostrano di avere grande familiarità con il Maestro, al quale chiedono senza mezzi termini di fare per loro quello che gli domandano: sedere nella sua gloria, uno a destra e uno a sinistra.

Seguici su Facebook

Foglio Informativo

Il notiziario della nostra parrocchia

14 luglio 2024

14 Luglio 2024|

L’episodio del Vangelo di oggi si colloca subito dopo il terzo annunzio della Passione da parte di Gesù. Giacomo e Giovanni, i figli di Zebedeo, che al momento della chiamata Gesù aveva soprannominati “Boanérghes”, cioè “figli del tuono” per il loro carattere passionale e il forte zelo religioso, mostrano di avere grande familiarità con il Maestro, al quale chiedono senza mezzi termini di fare per loro quello che gli domandano: sedere nella sua gloria, uno a destra e uno a sinistra.

7 luglio 2024

7 Luglio 2024|

Chi sarà contro di noi? Forse saremo tribolati, ma mai dimenticati, perché? Perché l’amore di Dio per noi è reale, perché l’amore Dio per noi accade ogni giorno… Ma per riconoscerlo questo amore lo devo prima conoscere, lo devo frequentare, lo devo accogliere lo devo sapere discernere tra tanti amori molti dei quali sbagliati, tra tanti modi di vivere che creano confusione e allontanano dalla verità alimentando solo illusioni e chimere…  «Chi ci separerà dall’amore di Cristo? Forse la tribolazione, l’angoscia, la persecuzione, la fame, la nudità, il pericolo, la spada?».

30 giugno 2024

30 Giugno 2024|

Gesù fa la differenza: rifiutato non si arrende, ma va avanti senza paura. I versetti evangelici che abbiamo appena ascoltato vengono immediatamente dopo i severi rimproveri che Gesù ha rivolto alle città attorno al lago di Genesareth: Corazin, Betsaida, Cafarnao, nelle quali la sua Parola non ha trovato accoglienza. Gesù non si arrende; rifiutato non si lamenta e non condanna ma canta una preghiera di lode. Gesù gioisce e ci invita a gioire con Lui perché: nonostante tanti e nonostante tutto il Vangelo non si ferma, anzi si diffonde ancora di più in modo determinato.

Torna in cima