9  giugno 2019
Pentecoste

Oggi è il giorno per ravvivare i colori dello Spirito, che come soffio leggero dell’Eterno Amore di Dio ci conferma e ci accompagna con i suoi doni. E’ il giorno per confermare le motivazioni profonde del nostro credere e del nostro vivere.

Papa Francesco ha detto che il mondo di oggi non ha bisogno di cristiani tiepidi o da manuale, non ha bisogno di perfettini, ma di cristiani convinti e audaci, perché anche attraverso di noi il mondo veda e creda.

Se mi amate…
Un’unica parola racchiude l’esperienza della fede: l’amore. Da qualunque prospettiva noi guardiamo l’esperienza della nostra fede avremo sempre a che fare con l’amore. Se amiamo tutto è più facile, se non amiamo anche le cose più semplici si complicano. Gesù ci dona lo Spirito per insegnarci che la vita di un credente è libera nella fedeltà; per ricordarci che la nostra storia non è legata a semplici fattori umani, ma ad un evento di salvezza che ha avuto la sua origine in un atto d’amore: Cristo che dona la sua vita per noi.

p. Luca