6 gennaio 2019
Epifania del Signore

Oggi facciamo memoria dell’arrivo dei Magi alla grotta di Betlemme. Hanno visto sorgere una stella, e il loro cammino lungo e cammino travagliato, la loro ricerca del nato re è ormai una realtà nel bambino Gesù che riconoscono e adorano come il Messia delle genti. Centro di tutto il racconto è una stella che li guida fino a Gesù. Ognuno di noi ha una o più stelle nella sua vita, cioè dei punti fermi da seguire, dei valori su cui fonda la sua esistenza, delle certezze radicate sulla Parola di Dio e sulla fedeltà di Dio.

In un mondo sempre più distratto e a volte disorientato, abbiamo bisogno tutti di una stella che ci faccia strada, che ci indichi la via: la stella della fede per un cristianesimo maturo, coerente e credibile; la «stella della passione di cercare Dio nella sua Parola» per non accontentarci con troppa facilità delle parole degli uomini; la stella di andare oltre l’oscurità del mondo per impedire al buio del dubbio e delle amarezze della vita di soffocare il germoglio della speranza che Cristo ha seminato nel nostro cuore; la stella che ci fa osare l’incredibile, nella convinzione che nulla è impossibile per chi si affida a Dio. Per fare anche noi l’esperienza dei Magi che sono pieni di gioia, basta fare la scelta ogni giorno di mettersi in cammino ascoltando la Parola del Signore e lasciandoci guidare dalla voce dello Spirito che abita nei nostri cuori.

p. Luca